Colibrì: Comitato Libertà & Rispetto | COMUNICATO DELL’ASSOCIAZIONE COLIBRI’ PUGLIA DEL 28 LUGLIO 2021
3055
post-template-default,single,single-post,postid-3055,single-format-standard,mikado-core-2.0.3,ajax_fade,page_not_loaded,,mkd-theme-ver-2.0.4,vertical_menu_enabled, vertical_menu_width_290,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.3,vc_responsive

28 Lug COMUNICATO DELL’ASSOCIAZIONE COLIBRI’ PUGLIA DEL 28 LUGLIO 2021

L’Associazione Colibrì Puglia esprime un forte dissenso nei confronti della grave minaccia dell’assessore Lopalco che ha dichiarato di voler vaccinare “in blocco” gli studenti pugliesi di età pari e superiore a 12 anni a partire dal prossimo 23 agosto.

 

Si chiede immediatamente di ritirare questo progetto, già presentato agli organi di stampa dallo stesso Lopalco in alcune interviste nei giorni scorsi, poiché ad oggi nessuna informazione è stata data dalla Regione Puglia alle famiglie sui gravi dubbi che in tutto il mondo ci sono sulla vaccinazione Covid ai minorenni.

https://www.ilmessaggero.it/salute/focus/pandemia_influenza_virus_situazione_lopalco_cosa_ha_detto_ultime_notizie-6102243.html

 

In particolare, l’Agenzia Europea del Farmaco (EMA) ha segnalato a pagina 4 del “Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto” che “dopo la vaccinazione con Pfizer Comirnaty sono stati osservati casi molto rari di miocardite e pericardite, verificatisi principalmente nei 14 giorni successivi alla vaccinazione, più spesso dopo la seconda dose e nei giovani di sesso maschile”.

https://www.ema.europa.eu/en/documents/product-information/comirnaty-epar-product-information_it.pdf

 

L’Agenzia italiana del farmaco (AIFA) riporta a pagina 33 del “Foglietto Illustrativo” del Vaccino Pfizer Comirnaty che “a questo medicinale è stata rilasciata un’autorizzazione “subordinata a condizioni”. Ciò significa che devono essere forniti ulteriori dati su questo medicinale”.

https://farmaci.agenziafarmaco.gov.it/aifa/servlet/PdfDownloadServlet?pdfFileName=footer_005389_049269_FI.pdf&retry=0&sys=m0b1l3

 

L’ente governativo di farmacovigilanza degli Stati Uniti CDC riferisce che fino ad aprile 2021 sono stati segnalati più di 1000 casi di miocardite, dopo somministrazione di vaccino Covid mRNA, per la maggior parte in giovani di sesso maschile di età pari a superiore a 16 anni.

https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/vaccines/safety/myocarditis.html

 

Il Governo israeliano, in data 2 giugno 2021, ha reso noto che si sono verificati 275 casi di miocardite tra dicembre 2020 e maggio 2021, specialmente tra giovani di età compresa tra 16 e 19 anni dopo la seconda dose di vaccino Covid mRna.

https://www.gov.il/en/departments/news/01062021-03

 

Peraltro, anche all’interno dell’Unione Europea, in Germania è stato deciso di  non consigliare la vaccinazione Covid nei bambini e negli adolescenti di età compresa tra 12 e 17 anni senza malattie pregresse, poiché il Comitato permanente per la vaccinazione (Stiko) presso il Robert Koch Institute ha espresso forti dubbi sul rischio di miocarditi giovanili.

https://www.corriere.it/salute/malattie_infettive/21_giugno_11/covid-germania-no-vaccino-pfizer-adolescenti-sani-12-17-anni-ragioni-decisione-112a064a-ca99-11eb-8ed4-12d8a45dc37a.shtml

 

 

Sulla base di tutte queste segnalazioni di rilievo governativo che necessitano di indispensabili approfondimenti scientifici a livello nazionale ed internazionale, l’Associazione Colibrì Puglia richiede un’immediata sospensione del programma della “vaccinazione in blocco” dei minori in età scolastica, così come presentato dall’assessore Lopalco, e sollecita un’immediata campagna regionale informativa rivolta a tutte le famiglie pugliesi  sui rischi e sui dati di eventi avversi segnalati dopo la vaccinazione Covid nella popolazione giovanile in Europa, USA ed Israele.