Colibrì: Comitato Libertà & Rispetto | 16.479 eventi avversi al vaccino Covid Pfizer segnalati in Europa al 22 gennaio 2021 di cui 5.133 gravi
2617
post-template-default,single,single-post,postid-2617,single-format-standard,mikado-core-2.0.3,ajax_fade,page_not_loaded,,mkd-theme-ver-2.0.4,vertical_menu_enabled, vertical_menu_width_290,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.3,vc_responsive

23 Gen 16.479 eventi avversi al vaccino Covid Pfizer segnalati in Europa al 22 gennaio 2021 di cui 5.133 gravi

L’EudraVigilance, la banca dati europea per la gestione e l’analisi delle segnalazioni di sospette reazioni avverse ai medicinali autorizzati, ha aggiornato al 22 gennaio 2021  il report sugli eventi avversi rilevati in Europa al vaccino Covid di Pfizer/BioNtech Tozinameran (nome durante la sperimentazione: BNT162b2; nome commerciale: Comirnaty).
Sono stati segnalati 16.479 eventi avversi, di cui 13.317 nella fascia di età tra 18 e 64 anni.
Di 13.846 casi è stato già registrato il Paese di provenienza della segnalazione.
Lo Stato con più eventi avversi è l’Italia con 4.783 casi.
Altri Paesi con migliaia di eventi avversi segnalati sono il Regno Unito (2.352 casi), la Spagna (1.350 casi) e la Germania (1.270 casi).
5.133 casi sono stati classificati come “gravi”.
Tra gli eventi più frequenti riportati ci sono i disturbi di carattere generale e relativi al sito di somministrazione (7.019 casi di cui 3.147 gravi), disturbi del sistema nervoso (4.466 casi di cui 2.224 gravi), disturbi del tessuto muscoloscheletrico e connettivo (3.200 casi di cui 1.286 gravi) e disturbi gastrointestinali (2.492 casi di cui 1.247 gravi).
Tra i 16.479 eventi avversi al vaccino Covid Pfizer segnalati alla banca dati europea EudraVigilance fino al 22 gennaio 2021, ci sono 86 casi di paralisi facciale che hanno colpito 68 operatori sanitari e 18 non sanitari.