Colibrì: Comitato Libertà & Rispetto | Glaxo e Merck festeggiano a Wall Street con le vendite dei vaccini, mentre il titolo Sanofi va in rosso per il flop dell’antinfluenzale
2469
post-template-default,single,single-post,postid-2469,single-format-standard,mikado-core-2.0.3,ajax_fade,page_not_loaded,,mkd-theme-ver-2.0.4,vertical_menu_enabled, vertical_menu_width_290,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.3,vc_responsive

31 Ott Glaxo e Merck festeggiano a Wall Street con le vendite dei vaccini, mentre il titolo Sanofi va in rosso per il flop dell’antinfluenzale

In questi giorni, le più importanti società quotate in borsa stanno pubblicando i dati di bilancio del terzo trimestre 2019.

Per le grandi casi farmaceutiche, la voce “vaccini” è ormai tra le principali, seconda nei ricavi solo ai farmaci oncologici.

Martedì 29 ottobre sono stati resi noti i dati del colosso americano Merck & Co., con risultati superiori alle attese.

In particolare, il vaccino anti-HPV Gardasil ha prodotto ricavi per  1 miliardo e 320 milioni di dollari nel terzo trimestre 2019 e 3 miliardi e 44 milioni di dollari dal 1 gennaio con un incremento del 34% rispetto allo scorso anno.

Inoltre, il vaccino a virus vivo mprv ProQuad, il trivalente MMR II e l’antivaricella Varivax hanno portato ad incassi pari a 623 milioni di dollari nel terzo trimestre e 1 miliardo e 794 milioni dal primo gennaio, con una performance del +36%

MERCK – Supplement_to_Earnings_News_Release_?_3Q19

Mercoledì 30 ottobre sono stati pubblicati i dati della GlaxoSmithKline, con ricavi ottenuti dalla vendita dei vaccini di gran lunga superiori alle previsioni, pari a 2 miliardi e 308 milioni di sterline nell’ultimo trimestre e di 5 miliardi e 415 milioni di sterline dal 1 gennaio con un incremento del 23% rispetto allo scorso anno.

Tra i vaccini più redditizi, il nuovo vaccino ricombinante adiuvato antiherpes zoster Shingrix con vendite pari a 535 milioni di sterline (+87%), l’antimeningococco di tipo B Bexsero (255 milioni, +23%) e i trivalenti antidifterite-tetano-pertosse Infanrix e Pediarix (199 milioni, +24%) e Boostrix (187 milioni, +19%).

GSK q3-2019-results-announcement

Giovedì 31 ottobre sono stati presentati, infine, i dati del colosso francese Sanofi che, in controtendenza rispetto ai suoi “competitors”, si sono rivelati inferiori rispetto alle stime previste.

Appare subito decisivo il dato della voce “vaccini”, in negativo rispetto allo scorso anno.

Infatti, malgrado gli incassi dal primo gennaio per la vendita di vaccini siano di 3 miliardi e 823 milioni di euro con un incremento del 3,9% rispetto al 2018,  la casa farmaceutica francese ha puntato molto sugli antinfluenzali che risultano decisivi nel terzo trimestre.

Le vendite dei vaccini antinfluenzali Vaxigrip, Fluzone HD e Fluzone sono diminuite in modo considerevole rispetto allo stesso trimestre del 2018 con un calo del 28,5 % (incassi pari a 735 milioni di euro) e hanno determinato un ricavo totale della voce “vaccini” nel terzo trimestre di euro 1 miliardo e 929 milioni, con una diminuzione del 9,8% rispetto allo stesso trimestre del 2018.

SANOFI Q3_2019_Results_Press_Release_EN