Colibrì: Comitato Libertà & Rispetto | La sindrome di Miller-Fisher correlata al vaccino antinfluenzale INTANZA in commercio in Italia (Sentenza Tribunale di Milano sez. Lavoro n. 557 del 5 marzo 2019)
2424
post-template-default,single,single-post,postid-2424,single-format-gallery,mikado-core-2.0.3,ajax_fade,page_not_loaded,,mkd-theme-ver-2.0.4,vertical_menu_enabled, vertical_menu_width_290,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.3,vc_responsive

25 Lug La sindrome di Miller-Fisher correlata al vaccino antinfluenzale INTANZA in commercio in Italia (Sentenza Tribunale di Milano sez. Lavoro n. 557 del 5 marzo 2019)

Venerdì 12 luglio, in Regione Puglia, nell’ambito del progetto “Alleati contro l’influenza” realizzato con il contributo di Sanofi Pasteur, è stata promossa la prossima campagna vaccinale antinfluenzale. Tra i partecipanti all’incontro, il Presidente dott. Michele Emiliano si è espresso a favore dell’estensione dell’obbligo al vaccino antinfluenzale https://www.youtube.com/watch?v=CwQLUjs3Pg4 .

Nessun riferimento ai possibili danni del vaccino, malgrado proprio l’antinfluenzale prodotto da Sanofi Pasteur denominato INTANZA abbia determinato una grave forma di paralisi, sindrome di Miller Fisher, come accertato dal Tribunale di Milano sezione Lavoro nella recente sentenza n. 557 pubblicata il 5 marzo 2019.

L’INTANZA è tra i vaccini antinfluenzali in commercio in Italia, come precisato dall’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA).

Tra l’altro, nel foglio illustrativo reperibile nel sito internet dell’AIFA si legge che il vaccino può essere somministrato a persone di età pari o superiore a 60 anni e tra gli “effetti collaterali che possono occorrere con INTANZA” ci sono “dolore localizzato ai nervi, convulsioni associate a febbre, disturbi del sistema nervoso che includono infiammazione del cervello o del midollo spinale, infiammazione dei nervi, o sindrome di Guillain Barrè che causa estrema debolezza e paralisi”, mentre nel Riassunto delle Caratteristiche del prodotto (RCP) si ammette che “INTANZA non è raccomandato nei bambini e negli adolescenti al di sotto dei 18 anni di età a causa degli insufficienti dati sulla sicurezza e sull’efficacia”.

Il Tribunale di Milano aggiunge un’ulteriore grave patologia oltre a quelle elencate nel foglio illustrativo.

Infatti, la sentenza fa propri i rilievi del CTU, secondo il quale “sulla base della documentazione visionata, nonché delle risultanze della visita medico-legale effettuata, alla luce della discussione effettuata, sono emersi elementi tecnici medico-legali di giudizio per individuare nel caso della Sig.ra A. una riconducibilità della sindrome Guillain Barrè / Miller Fisher alla vaccinazione del 14.11.2012” (vaccino antinfluenzale INTANZA  Lotto n. J-8335- 1, scadenza 31/05/2013).

La sindrome di Miller Fisher è una variante della sindrome di Guillain Barrè che esordisce con una mancanza di coordinazione nella deambulazione (c.d. atassia), una mancanza di riflessi (c.d. areflessia) e una paralisi del bulbo oculare (c.d.oftalmoplegia) e progredisce con una paralisi facciale e dei nervi bulbari. In alcuni casi, la malattia evolve verso l’insufficienza respiratoria.

Sentenza n.557 Tribunale Milano sez. Lavoro del 5 marzo 2019