Colibrì: Comitato Libertà & Rispetto | Migliaia di danneggiati da vaccino in Italia già nel 2004. E oggi?
2154
post-template-default,single,single-post,postid-2154,single-format-gallery,mikado-core-2.0.3,ajax_fade,page_not_loaded,,mkd-theme-ver-2.0.4,vertical_menu_enabled, vertical_menu_width_290,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.3,vc_responsive

20 Gen Migliaia di danneggiati da vaccino in Italia già nel 2004. E oggi?

Mentre oggi, quando si parla di danni da vaccino, molti medici tranquillizzano la popolazione definendoli “teorici” e “aneddotici”, nel 2004 in Senato venivano denunciati migliaia di casi in Italia.

Nell’Atto di Sindacato Ispettivo n. 4-06416 del 18 marzo 2004, dodici senatori di tutti i partiti politici chiedevano maggiori tutele per i danneggiati da vaccino e le loro famiglie.

Secondo i dati riportati in Senato, i danneggiati da vaccinazioni riconosciuti a marzo del 2004 erano già un migliaio e ulteriori 150 domande di riconoscimento erano state presentate negli ultimi sessanta giorni dalle associazioni AMEV dell’Avv. Marcello Stanca, Condav e Comilva.

Nel testo si precisa, inoltre, che, nella quasi totalità dei casi,  le vaccinazioni hanno causato gravi danni al sistema nervoso centrale o periferico.

 

Senato della Repubblica Atto n. 4-06416 del 18 marzo 2004