Colibrì: Comitato Libertà & Rispetto | Statuto
23
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-23,mkd-core-1.0.4,ajax_fade,page_not_loaded,,mkd-theme-ver-1.9,vertical_menu_enabled, vertical_menu_width_290,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
colibri_foto06
Il comitato Colibrì come il piccolo volatile è ostinato e combattivo.
Mamme, papà, zii e nonni uniti dall’ unico scopo di sostenerci a vicenda per proteggere i nostri figli da una legge che fa dell’esclusione e dell’emarginazione sociale il suo vessillo.
Comitato perché la nostra è un’ organizzazione orizzontale, senza tesseramento o quote associative.
La nostra forza è l’ informazione, perché solo un individuo informato e consapevole non ha paura, non è ricattabile.
Unisciti a noi, insieme possiamo fare la differenza.
Siamo attivi sul territorio salentino col nostro team legale, pronti a sostenere ,informare e quando serve ad intervenire direttamente, con Asl e istituti scolastici che non si dovessero attenere alle disposizioni di legge.

Art. 1 Si costituisce un Comitato, denominato COLIBRI Lecce – Comitato Libertà & Rispetto, indipendente e democratico, in rappresentanza dei cittadini del territorio provinciale contrari all’obbligo vaccinale così come previsto dalla legge 31 luglio 2017 n.119.

Art. 2 Il Comitato è regolato dagli articoli 39 e seguenti del Codice Civile, oltre che dal presente Statuto.

Art. 3 Il Comitato non ha fini di lucro e il suo scopo è quello di promuovere iniziative per un’adesione libera e consapevole alla pratica vaccinale a tal fine intende:

    • 1. favorire procedimenti legali finalizzati alla declaratoria di incostituzionalità della legge 31 luglio2017 n.119;
    • 2. sostenere i genitori e gli esercenti responsabilità genitoriale nei rapporti con le Istituzioni in relazione alla suddetta legge ed ai provvedimenti connessi;
    • 3. contribuire ad informare sui rischi e i danni derivanti dalle vaccinazioni;
    • 4. promuovere le segnalazioni di sospette reazioni avverse ai vaccini agli organi di Farmacovigilanza;
    • 5. supportare le famiglie dei danneggiati da vaccinazione residenti nella Provincia. Il Comitato si prefigge, altresì, la realizzazione di attività e manifestazioni collaterali o di quanto altro sia ritenuto utile per la migliore realizzazione della propria finalità. Per il raggiungimento dei propri scopi il Comitato potrà organizzare occasionalmente raccolte pubbliche di fondi, in concomitanza di procedimenti legali, ricorrenze o campagne di sensibilizzazione, e quant’altro possa essere di aiuto al Comitato; il tutto nei limiti previsti dalle disposizioni di Legge e dal presente Statuto.

Art. 4 Il Comitato è aperto ad eventuali ulteriori soci che ne facciano richiesta, previa adesione al presente atto ed accettazione da parte dei promotori.

Art. 5 Il Comitato ha sede in A tutti gli effetti i soci promotori si intendono domiciliati presso il Comitato. Il Comitatopotrà inoltre istituire sedi secondarie e succursali, e potrà svolgere tutte quelle attività ritenute utili al raggiungimento dello scopo sociale. Il Comitato si riunirà secondo le necessità, su convocazione del Presidente, tramite avviso via mail contenente l’ordine del giorno ed inviatoalmeno ventiquattro ore prima della convocazione.

Art. 6 Il Comitato avrà durata finoall’abrogazione dellalegge 31luglio 2017 n.119. Potrà, tuttavia, sciogliersi anticipatamente nel caso si verificasse l’impossibilità di raggiungimento dello scopo sociale. Il Comitato potrà, previa delibera dei soci (promotori e non), essere prorogato per l’organizzazione di manifestazioni analoghe negli anni successivi.

Art. 7 Il Comitato è amministrato da un consiglio di gestione composto da un numero dispari di soci fino a 15 tra i quali il Presidente, un Vicepresidente, un Segretario e un Tesoriere le deliberazioni del Consiglio sono riportate su apposito libro tenuto a cura del Segretario.